FANDOM


Line 1: Line 1:
'''Giovanna Scalise''' è interpretata da Isabella Ferrari.
+
[[File:Untitled.png|thumb]]
+
Primo commissario che conosciamo del X Tuscolano, interpretato da Isabella Ferrari, si rivela fin dall'inizio una donna autoritaria, trasferita a Roma sotto scorta perché minacciata dalla mafia con i suoi 2 figli e con la madre Caterina. Il primo episodio nel quale compare è intitolato "L'agguato" e inizia con una scena ambientata a Palermo nella quale si vede l'omicidio del marito Ferdinando interpretato da Raul Bova (anche la decima stagione della fiction si aprirà con la città di Palermo, ma questa volta la protagonista sarà il Vice Questore Giulia Corsi).Sua figlia Livia insieme alla scorta verrà ferita nel medesimo agguato perderà la vita l'agente del x Nina Moretti. Si fidanzerà con l'ispettore Walter Manrico con cui avrà un figlio nell'ultima puntata della seconda stagione. Lascerà il distretto per dedicarsi ai figli seguita da Walter.
[[File:Untitled.png|right]]
 
 
==Profilo==
 
Giovanna, donna dura e autoriataria, viene trasferita da Palermo a Roma dopo la morte del marito [[Altri personaggi della serie|Ferdinando]], giornalista ucciso dalla mafia. al suo arrivo al [[X Tuscolano]] si impone come un commissario rigido e determinato, attirandosi l'antipatia e la soggezione dei sottoposti. Quando però il distretto scopre il passato della Scalise, comincia a guardarla con occhi diversi e pian piano la stessa Giovanna arriva ad aprirsi con i suoi uomini fino a costruire con loro un rapporto di stima e complicità. La donna però viene rintracciata dalla famiglia mafiosa dei Tonnara, che tenta in ogni modo di eliminarla, poiché è la testimone chiave nel processo contro la mafia. I Tonnara cercano di uccidere Livia, la figlia del commissario, ma la ragazza si salva grazie all'intervento di [[Walter Manrico]] e [[Nina Moretti]], che perde la vita nell'agguato. La Scalise viene messa sotto scorta e allontanata dai figli e dall'anziana madre. In questo periodo la vicinanza dei suoi sottoposti è indispensabile per Giovanna, che nel frattempo si trova a respingere le avances del procuratore [[Arturo Stasi]]. Si scoprirà che proprio quest'ultimo è la talpa dei Tonnara all'interno del distretto e che è stato incaricato dalla mafia di consegnare ai Tonnara il commissario Scalise. Stasi, sinceramente legato a Giovanna, preferisce uccidersi piuttosto che continuare a tradirla. Alla fine, durante il maxiprocesso, il clan dei Tonnara viene condannato all'ergastolo ma il boss [[Vito Tonnara|Vito]] riesce a scappare.
 
 
Nella seconda stagione il figlio di Vito Tonnara muore in carcere e l'uomo, imputando tutte le colpe a Giovanna, si prefissa l'obiettivo di ucciderla. Nel frattempo la donna scopre di essere incinta di Manrico, con il quale ha intrapreso una relazione. Tonnara, attraverso il barista del distretto Saro, pianifica un agguato nei confronti della Scalise e riesce a mettere in atto la sua vendetta. Tuttavia Giovanna si salva grazie ad un giubbotto antiproiettile e Tonnara si vede costretto a scendere in campo personalmente. Dopo svariati appostamenti, una mattina riesce ad allontanare tutti gli agenti dal distretto e a introdursi nell'ufficio del commissario. Mentre Vito la minaccia con una pistola, Giovanna ha le contrazioni e grazie al pronto intervento di [[Mauro Belli]], che distrae il boss, il commissario riesce ad ucciderlo appena prima che lui le spari. L'incubo di Giovanna è finalmente terminato e la donna, dopo aver partorito, informa i suoi uomini di aver chiesto un periodo di aspettativa per potersi dedicare alla sua famiglia.
 
 
Nella terza stagione al posto di Giovanna arriva un nuovo commissario, [[Giulia Corsi]]. La donna diviene vittima di [[Carla Monti]], una psicopatica che uccide [[Angela Rivalta]], la moglie dell'ispettore [[Roberto Ardenzi]], e invia una bomba al distretto. Nell'esplosione resta gravemente ferito [[Paolo Libero]], il fidanzato di Giulia. La Scalise, appresa la notizia, accorre al distretto per sostenere la sua vecchia squadra e ha un intenso dialogo con la Corsi, durante il quale la sprona a fidarsi dei suoi uomini. Quando Paolo si riprende dal coma, Giovanna è la prima persona ad essere ringraziata da Giulia.
 
[[Category:Personaggi]]
 
[[Category:Commissari]]
 

Revision as of 17:27, March 31, 2019

Untitled

Primo commissario che conosciamo del X Tuscolano, interpretato da Isabella Ferrari, si rivela fin dall'inizio una donna autoritaria, trasferita a Roma sotto scorta perché minacciata dalla mafia con i suoi 2 figli e con la madre Caterina. Il primo episodio nel quale compare è intitolato "L'agguato" e inizia con una scena ambientata a Palermo nella quale si vede l'omicidio del marito Ferdinando interpretato da Raul Bova (anche la decima stagione della fiction si aprirà con la città di Palermo, ma questa volta la protagonista sarà il Vice Questore Giulia Corsi).Sua figlia Livia insieme alla scorta verrà ferita nel medesimo agguato perderà la vita l'agente del x Nina Moretti. Si fidanzerà con l'ispettore Walter Manrico con cui avrà un figlio nell'ultima puntata della seconda stagione. Lascerà il distretto per dedicarsi ai figli seguita da Walter.

Community content is available under CC-BY-SA unless otherwise noted.