FANDOM


Line 3: Line 3:
 
<p style="text-align: center;">[[File:Distretto-di-polizia_logo.jpg]]</p>
 
<p style="text-align: center;">[[File:Distretto-di-polizia_logo.jpg]]</p>
   
<p style="text-align: center;">pagina creata il 30/10/2011</p>
+
<p style="text-align: center;"><span style="color: #ff0000"><span style="font-size: large"><span style="font-style: italic;">Pagina creata il 30-10-11</span></span></span></p>
 
<span style="color: #ff0000"><span style="font-size: large">P<span style="font-style: italic;">romo 5-Distretto di polizia 11 (6-11-11)-(8-11-11)
 
<span style="color: #ff0000"><span style="font-size: large">P<span style="font-style: italic;">romo 5-Distretto di polizia 11 (6-11-11)-(8-11-11)
 
</span></span></span>
 
</span></span></span>

Revision as of 15:38, October 31, 2011

Benvenuti a Distretto di Polizia Wiki

Distretto-di-polizia logo

Pagina creata il 30-10-11

Promo 5-Distretto di polizia 11 (6-11-11)-(8-11-11) 440px|left









Trama

Prima stagione - Lotta contro la mafia

La serie inizia con l'arrivo al Distretto di un nuovo commissario, Giovanna Scalise (Isabella Ferrari). Giovanna è una donna segnata da un'esperienza terribile: l'uccisione del marito da parte della mafia. È un commissario duro, esigente, ma giusto e leale che nel nuovo Distretto di Polizia dovrà scontrarsi con l'inesperienza e la disorganizzazione del gruppo ma dovrà, poi, riconoscerne -con il tempo- il valore, lo spirito di sacrificio e, soprattutto, la grande carica umana. Il passato di Giovanna porterà i suoi agenti a scontrarsi anche con una nuova realtà, quella della mafia. Sarà la forte moralità del commissario Scalise, il suo rispetto per gli altri e per i loro problemi, a condurla alla giusta soluzione dei casi e a donarle l'affetto e la stima dei suoi ragazzi.

Seconda stagione - La vendetta di Vito Tonnara

Giovanna nel frattempo inizia una nuova storia d'amore con Walter Manrico mentre Carmine Tonnara, il figlio di Don Vito muore in carcere. La famiglia Tonnara dopo il Maxi Processo , è stata completamente smantellata. L'unico ancora a piede libero è proprio il capo famiglia, Vito Tonnara, che, accecato dalla vendetta, cerca in tutti i modi di eliminare il commissario Scalise, che ha portato alla decadenza prima ed alla rovina poi la sua famiglia e la sua vita personale, avendo provocato, secondo lo stesso Tonnara, la morte in carcere di suo figlio Carmine. Così il commissario Scalise, che nel frattempo aspetta un bambino, subisce un violento attentato organizzato da Tonnara ed eseguito da Saro, che la porterà a lottare tra la vita e la morte. Attraverso l'autore dell'attentato, Rosario "Saro" Gioncardi, un ragazzo amico del figlio del boss, incaricato da Tonnara stesso ripartirà l'indagine sul capo mafia. La seconda stagione porterà dei cambiamenti importanti e dei colpi di scena nella storia della serie, che riguarderà in primis la vita privata dell'ispettore Ardenzi e sulle circostanze che hanno provocato la morte della moglie Angela nel terz-ultimo episodio,, apparentemente caduta accidentalmente da un palazzo nel tentativo di salvare un professore psicopatico determinato a suicidarsi, Ferdinando Monti.Vito Tonnara viene ucciso da Giovanna. Alla fine della seconda serie, la Scalise e l'ispettore Manrico lasceranno il X Tuscolano che darà spazio a un nuovo ciclo che partirà con il Commissario Giulia Corsi (Claudia Pandolfi)

Terza stagione - Indagine sulla morte di Angela

Il giovane commissario Giulia Corsi, al suo primo incarico, deve fare i conti con l'eredità del padre, magistrato ucciso pochi anni prima e deve vedersela con Carla Monti assassina di Angela Rivalta. L'indagine prende il via dall'omicidio di un fotografo che riprese tutta la scena da una finestra. Carla Monti lo scoprì e lo uccise, sequestrando tutto quanto il materiale, il fotografo però ne aveva fatto una copia cosi anche i poliziotti del Distretto scoprirono quel filmino e da lì cominciarono l'indagine. Ardenzi, che aveva ottenuto il trasferimento a Bari, decise di restare a Roma, per scoprire l'assassino di sua moglie, dopo averla arrestata decide comunque di non trasferirsi, per l'affetto di Belli e degli altri colleghi, e del suo nuovo amore, la dottoressa Francesca Volta, madre, separata, di un compagno di asilo di sua figlia Mauretta.

Quarta stagione - Indagine sulla morte del giudice Riccardo Corsi

Il commissario Giulia Corsi ha superato brillantemente la sua prima prova arrestando Carla Monti. In questa serie il Commissario fa i conti con gli assassini dei suoi genitori che faranno di tutto per fermare tutti gli Agenti del X Tuscolano, colpendo il Commissario nei suoi affetti più cari, uccidendo il suo fidanzato, poi futuro marito, l'Ispettore Paolo Libero. Le indagini portano a scoprire una fitta rete di pedofilia, a capo della quale si scoprirà esserci un professore al quale Giulia aveva chiesto aiuto per le indagini. Ma per paura che il padre di Giulia arrivasse a lui aveva fatto uccidere lui e la moglie, con la complicità di Luigi Greco, capo della scorta del padre di Giulia. Ad uccidere l'Ispettore Libero è Ira Droscorcic, ragazzo che aveva una doppia vita, in quanto oltre a lavorare come fotografo, era anche un complice ed esecutore che lavorava per lo stesso clan di Pietro De Santis.

Quinta stagione - Indagine sull'Ecomafia

Al distretto X Tuscolano arriva un nuovo agente scelto, Anna Gori, che farà coppia fissa con Luca Benvenuto. Nel frattempo un capitano dei carabinieri, Davide Rea, interpretato da Giampaolo Morelli, cerca di prendersi la fiducia del commissario Corsi e indaga sulla sparatoria che ha fatto rimanere in coma la moglie dell'ispettore Belli: Germana Mori (Silvia De Santis). Il commissario Corsi però non accetta subito l'amore del capitano poiché la ferita dell'assassinio del fidanzato Paolo Libero è ancora aperta. Un misterioso attentato a Germana Mori, moglie di Mauro Belli, porta i carabinieri a scontrarsi con il X Tuscolano che si adopera per scagionare Mauro dalle accuse di coinvolgimento nel tentato omicidio di Germana. L'indagine porterà alla scoperta di una rete di inquinamento con scorie tossiche. Mauro è sospettato di aver commesso il tentato omicidio contro Germana e l'omicidio dell'uomo che era con lei. L'uomo era l'unico che poteva svelare gli intrighi della mafia riguardo allo smaltimento di rifiuti tossici e Germana, da ottima giornalista quale è, ne aveva approfittato, ma non aveva detto niente al marito, cosicché Mauro ha iniziato a sospettare che la moglie lo tradisse. Da qui nacque, nella mente dei cattivi, l'idea di fare sospettare Mauro di essere l'autore di tutto quanto. C'è da ricordare che in questa quinta serie si ritorna in parte alla prima serie, nel senso che non c'è un vero e proprio colpevole, è la mafia in genere, nel senso che tutti i boss smaltiscono, tutti insieme, i rifiuti tossici, ma come nella prima serie, più che un colpevole c'è una spia all'interno del Distretto che si rivelerà essere, alla fine, sorprendentemente, il procuratore Marco Altieri, che, tra parentesi, per paura che la mafia lo uccida, recupera un dischetto con tutti i nomi dei mafiosi, lo chiude in una cassetta di sicurezza in banca, e viene poi arrestato per l'omicidio, a sangue freddo di un complice dei mafiosi, padre adottivo del capitano Rea, e che era anche stato l'organizzatore materiale dell'attentato a Germana e a Liverani. In ultima analisi c'è da ricordare che il capitano Rea viene sospettato di colpevolezza dagli agenti del Distretto ma tutto questo perché i veri colpevoli Rea li conosceva bene, ci aveva lavorato insieme, e Rea già sapeva che da qualche parte c'era una spia, che, per quanto lui ne sapesse in quel momento, poteva anche essere uno degli agenti del Distretto, e visto chi era la spia in realtà c'è da dire che non andò tanto lontano dalla verità.

Sesta stagione - Lotta contro la famiglia Carrano

La sesta stagione inizia con un cambiamento legato alla guida del distretto: Giulia Corsi si trasferisce a Trieste per seguire l'amato capitano dei Carabinieri Rea e il suo posto viene occupato da Roberto Ardenzi, che è anche al suo ultimo anno al distretto. Entrano nella squadra l'ispettore Irene Valli e l'ispettore Alessandro Berti (Enrico Silvestrin), passato dalla scientifica: tra loro nascerà una storia d'amore. Al centro delle indagini c'è Cesare Carrano (Massimo Venturiello), un potente uomo d'affari che 25 anni prima è stato visto da Ardenzi (allora solo un ragazzino) commettere un omicidio. La paura spinge il giovane Ardenzi a dire alla polizia di non avere visto niente. Dopo tutto questo tempo, Ardenzi ha la possibilità di incastrare Carrano, iniziando ad indagare sui loschi affari dell'imprenditore. Nel corso della storia, Mauro Belli, da sempre migliore amico di Roberto, viene colpito in una sparatoria con gli uomini di Carrano, impegnati a liberare il figlio del boss. Dopo il ricovero in ospedale, Mauro Belli viene dichiarato deceduto. Questa tragedia intensificherà il rapporto d'odio di Ardenzi nei confronti di Cesare Carrano, in quanto a colpire materialmente Belli è stato Gregorio Patriarca, il braccio destro di Carrano. Dopo avere assicurato Carrano alla giustizia il commissario decide di lasciare il X Tuscolano per passare all'antimafia. Nell'ultima scena della serie, un flashback riporta gli spettatori al momento in cui Belli viene ricoverato all'ospedale in fin di vita. Lì In quel momento giungono due uomini della DIA i quali dicono al chirurgo che, indipendentemente dall'esito dell'operazione, Belli sarebbe dovuto essere dichiarato morto

Settima stagione - Lotta contro la 'ndrangheta

Solo per questa stagione, Massimo Dapporto interpreta il commissario Marcello Fontana. Nonostante lo spiraglio lasciato aperto alla fine della sesta, non c'è stato il ritorno, nel ruolo di Mauro Belli, di Ricky Memphis, che però ha continuato, almeno di fronte ai giornalisti, a lasciar intendere che prima o poi sarebbe potuto ritornare. Un'altra new entry in Distretto di Polizia 7 è l'attore comico Max Giusti, che qui interpreta un ruolo a tratti anche drammatico, nel ruolo dell'ispettore Raffaele Marchetti. In questa serie, il commissario Fontana deve fare i conti con un'indagine - in cui è coinvolto personalmente - riguardante la 'ndrangheta. Il cattivo è interpretato da Giorgio Colangeli, nel ruolo del potente boss "Don" Vincenzo Neri, affiancato dal suo braccio destro Morace. L'avvocato del boss spingerà il proprio cliente a fargli organizzare l'omicidio della figlia, Nina Neri (Raffaella Rea) principale testimone dell'accusa al processo, facendosi anche aiutare dal procuratore Corradi (Franco Trevisi).

Ottava stagione - Lotta contro i fratelli Flaviano

Dopo l'uscita di scena del commissario Fontana, che ha preferito tornare in Calabria con la moglie e il figlio, a dirigere il commissariato è arrivato Luca Benvenuto, che viene promosso a coordinatore del distretto in attesa della nomina del nuovo Commissario. Simone Corrente, che lo interpreta, è uno dei pochissimi attori veterani della serie che hanno partecipato a tutti gli episodi fin dalla prima serie 2000, quando era agente scelto. Al gruppo si aggiungerà anche la nuova arrivata Anna Foglietta, che era arrivata già nell'ultimo episodio della settima serie, e che ha interpretato l'Ispettore Elena Argenti e il fratello Marco Argenti che è interpretato da Alessandro Intini. Altri due attori sono entrati nel cast, e cioè, Clemente Pernarella nei panni di un medico che ha intrecciato una relazione, quasi sfociata in un matrimonio, con Anna Gori (Giulia Bevilacqua) e Pino Quartullo come guest star. Ancora co-protagonisti Max Giusti ed Enrico Silvestrin. I nuovi avversari sono stati i fratelli Valerio e Giulio Flaviano, a capo di un'organizzazione malavitosa, i quali coinvolgono anche il fratello dell'ispettore Elena Argenti, Marco, ottimo pilota automobilistico. Nel corso della prima puntata, il ragazzo apparentemente uccide l'ispettore Irene Valli, che si trova nei pressi di una banca (in realta ad uccidere Irene è stato uno dei fratelli Flaviano), dove i tre stanno effettuando una rapina. Luca e i colleghi del distretto si sono concentrati sulle indagini per abbattere questo clan nelle 13 serate. Una delle chiavi per entrare nel mondo dei fratelli Flaviano sembra essere Melissa Poggi, la fidanzata di Giulio, che tuttavia viene uccisa in quanto testimone scomoda da Valerio in ospedale, dove era ricoverata dopo essere stata sfigurata dal suo uomo i Fratelli Flaviano dovevano acquistare da un trafficante d'armi sudafricano, un certo Krueger, un'enorme quantitativo di Coltan, una sostanza altamente radioattiva e che serve per preparare circuiti elettronici, cellulari, eccetera, questo carico di Coltan, però, risultando molto caro, necessitava di molti soldi, e non avendone per sé, i Flaviano hanno deciso per le rapine. Nel corso della stagione ha lasciato la polizia anche il sovrintendente Antonio Parmesan (Roberto Nobile), anche lui uno dei pochissimi veterani della serie, per andare in pensione, ma la sua presenza nel corso della serie continuerà in ruolo di amico e confidente di alcuni personaggi.

Nona stagione - Lotta contro la mafia russa

È confermata l'uscita dal cast di Enrico Silvestrin, il suo personaggio (Alessandro Berti) infatti era partito per l'America alla fine dell’ottava serie. Luca Benvenuto (Simone Corrente) diventerà commissario effettivo del Decimo Tuscolano mentre dopo qualche episodio uscirà dalla serie anche Raffaele Marchetti (Max Giusti). Il cast della nuova serie, ufficializzato dalla Taodue, sarà composto da Simone Corrente, Giulia Bevilacqua, Anna Foglietta, Stefano Pesce, Tullio Solenghi, Natasha Stefanenko, Flavio Parenti e vi sarà la partecipazione iniziale, per i primi quattro episodi, di Max Giusti. La serie si aprirà con una improvvisa sparatoria, avvenuta proprio alle porte del distretto, che porterà al ferimento di Raffaele Marchetti, la morte di un testimone che aveva appena denunciato un omicidio e quella di Carlo Fiorentini, ex fidanzato di Anna. Inizialmente si pensa che la vittima designata dell'attentato fosse il testimone, mentre Carlo fosse stato ucciso per sbaglio; in realtà si scoprirà che il bersaglio dell'attentato era proprio Carlo e che l'altro uomo è stato ucciso solo per una sfortunata coincidenza. Le indagini porteranno ad individuare nella mafia russa i mandanti dell’attentato. In questa serie inoltre la parte relativa al giallo di stagione (l'indagine cioè sulla mafia russa) viene vista da un punto di vista singolare rispetto alle altre stagioni. Sarà l'ex agente, ora ispettore, Anna Gori a seguire con regolarità questa indagine infiltrandosi nel clan con il ruolo di fidanzata di Dorian Lazslo interpretato da Rodolfo Corsato, uno dei protagonisti della categoria dei nemici. Il resto della squadra, ad esclusione di Luca (che in qualità di commissariò la guiderà) per tutta la parte centrale della serie sarà tenuta fuori dall'indagine. Alle vicende delle indagini si alterneranno, come anche nelle serie precedenti, le storie della vita privata del commissario Luca Benvenuto e della sua amica e collega Anna Gori, sempre più uniti nelle scelte di vita e nel pericolo del loro mestiere; gli agenti del distretto conosceranno anche i loro nuovi colleghi, Lorenzo e Gabriele, caratterialmente opposti e ottimi poliziotti. Vittoria, Ingargiola e Ugo si occuperanno sempre delle indagini minori e delle quotidiane denunce, rimanendo però sempre a disposizione del commissario che, in queste nuove indagini, avrà bisogno di tutto il Decimo Tuscolano al completo.

Decima stagione - Il passato di Luca Benvenuto e Giulia Corsi

La decima serie si apre con il X Tuscolano che rischia di chiudere. Grazie al ritorno a Roma del vicequestore Giulia Corsi continua l'attività del commissariato. Arrivano inoltre anche l'ispettore Barbara Rostagno, l'ispettore Pietro Esposito, che affianca sempre l'ispettore Gabriele Mancini, e l'agente scelto Marta Balestra che si innamorerà dell'agente Giovanni Brenta e poi di Ugo che poi tornerà con Sofia, cugina di Giuseppe Ingargiola. Giulia Corsi ritorna per un'indagine riguardo dei traffici di droga. Durante l'indagine, si scopre che uno dei colpevoli è Remo Damiani un amico di infanzia di Luca Benvenuto che è diventato vicequestore aggiunto e che è affiancato dalla Corsi nelle indagini. Con l'avanzare delle indagini, però, si scopre anche che il traffico di droga è strettamente legato alla morte di Paolo Libero. Giulia Corsi è ancora più motivata a proseguire le indagini anche se molte volte ha idee divergenti da quelle del vicequestore Benvenuto e del procuratore Sinatra. Nel traffico di droga, infatti, è colpevole l'avvocato Balsamo. Giulia Corsi segue ogni spostamento dell'avvocato ma viene tratta in inganno da quest'ultimo ha l'accusa di essere colpevole dell'omicidio di un uomo, in realtà da lui stesso ucciso. L'unico che può salvare Giulia è Remo che è entrato nel suo appartamento ed ha preso il rullino della macchina fotografia che stava usando Giulia per incastrare l'avvocato. Solo quando viene rapita Viola, moglie di Remo, quest'ultimo decide di collaborare con la polizia promettendo all'amico Luca di costituirsi appena Viola sarebbe stata libera. Viola viene liberata e Remo si costituisce ma quando viene portato a depositare la sua testimonianza accade qualcosa di molto importante: nel parcheggio del tribunale avviene una sparatoria e Remo per non abbandonare l'amico Luca viene ucciso da uno degli uomini che precedentemente avevano ferito molti poliziotti. Così Luca dovrà trovare altre prove per scarcerare Giulia. Appena esce dal carcere, Giulia riprende le indagini con Luca e si mettono alla ricerca dell'avvocato Balsamo, responsabile della sparatoria che ha visto vittima Remo Damiani. Giulia e Luca scoprono dell'esistenza di un archivio di Balsamo e si mettono alla ricerca dell'uomo. Una volta arrestato, egli decide di collaborare e quindi chiede tutte le misure di protezione di qualsiasi collaboratore di giustizia, cosa che non è appoggiata dal vicequestore Corsi. Appena data la nuova identità all'avvocato, egli con una scusa ritorna all'interno della sua abitazione senza alcun poliziotto e scappa passando per l'uscita sul retro. Per ricattare la polizia, fa rapire la figlia dell'agente Vittoria Guerra che dovrà recuperare un hard disc e riportarlo all'avvocato in cambio della figlia. Attraverso un'invenzione del compagno, Giuseppe Ingargiola e del figlio Francesco, riesce a far scoprire ai colleghi il luogo dello scambio. Mentre Vittoria sta per essere uccisa da uno dei rapitori della figlia, interviene il vicequestore aggiunto Benvenuto. Tutti partono all'inseguimento dell'avvocato Balsamo, che ha già recuperato l'hard disc,e Giulia Corsi arriva prima degli altri. Mentre disarma Balsamo, quest'ultimo si rivolta e Giulia rimane appesa ad un cornicione. Balsamo cerca di farla cadere, ma mentre si regge con una sola mano, riesce a sfilare con l'altra la pistola e spara a Balsamo che cade, ovviamente morendo. Solo così Giulia Corsi ha fatto giustizia per il suo grande amore Paolo Libero e Luca ha fatto giustizia per Remo Damiani. Giulia torna in Sicilia mentre Luca fa da padre al figlio di Remo.

Undicesima Stagione - Lotta contro Antonio Corallo

Le riprese della nuova serie sono iniziate il 24 febbraio 2011. Usciranno definitivamente dal cast Daniela Morozzi (Vittoria Guerra) e Gianni Ferreri (Giuseppe Ingargiola). Vittoria e Giuseppe saranno infatti trasferiti nel commissariato di Bolzano. Confermata anche l'uscita dal cast di Maria Sole Mansutti (Marta Balestra). Simone Corrente (Luca Benvenuto) apparirà soltanto nei primi episodi. Luca è in procinto di trasferirsi nel commissariato di Torino in seguito ad una promozione a Vicequestore. Il nuovo commissario sarà Leonardo Brandi, interpretato da Andrea Renzi, vecchio amico di Luca che ha vissuto per anni in Germania. New entries anche Paolo Calabresi nel ruolo del sovrintendente Otello Gagliardi e Maria Amelia Monti, nel ruolo della sovrintendente capo-psicologa Anita Cherubini, e Ninni Bruschetta nel ruolo del commissario Marco Gallo della squadra mobile. Confermati Dino Abbrescia (Pietro Esposito), Lucilla Agosti (Barbara Rostagno), Marco Marzocca (Ugo Lombardi), Gianluca Bazzoli (Giovanni Brenta) e Stefano Viali (Aldo Boni).

Episodi

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 24 2000
Seconda stagione 24 2001
Terza stagione 26 2002
Quarta stagione 26 2003
Quinta stagione 26 2005
Sesta stagione 26 2006
Settima stagione 26 2007
Ottava stagione 26 2008
Nona stagione 26 2009
Decima stagione 26 2010
Undicesima stagione 26 2011

Personaggi e interpreti

  • Giovanna Scalise (stagioni 1-2), interpretata da Isabella Ferrari.
  • Walter Manrico (stagioni 1-2), interpretato da Lorenzo Flaherty.
  • Giulia Corsi (stagioni 3-5, 10), interpretata da Claudia Pandolfi.
  • Paolo Libero (stagioni 3-4, 10), interpretato da [[Giorgio Pasotti.
  • Davide Rea (stagione 5), interpretato da Giampaolo Morelli.
  • Roberto Ardenzi (stagioni 1-6), interpretato da Giorgio Tirabassi.
  • Mauro Belli (stagioni 1-6), interpretato da Ricky Memphis.
  • Angela Rivalta (stagioni 1-3), interpretata da Carlotta Natoli.
  • Luca Benvenuto (stagioni 1-11), interpretato da Simone Corrente.
  • Nina Moretti (stagione 1), interpretata da Serena Bonanno.
  • Valeria Ruggero (stagioni 2-3), interpretata da Cristina Moglia.
  • Corrado Esposito (stagione 4), interpretato da Francesco Vitiello.
  • Anna Gori (stagioni 5-9, 11), interpretata da Giulia Bevilacqua.
  • Vittoria Guerra (stagioni 1-10), interpretata da Daniela Morozzi.
  • Giuseppe Ingargiola (stagioni 1-10), interpretato da Giovanni Ferreri.
  • Ugo Lombardi (stagioni 1-11), interpretato da Marco Marzocca.
  • Antonio Parmesan (stagioni 1-8), interpretato da Roberto Nobile.
  • Irene Valli (stagioni 6-8), interpretata da Francesca Inaudi.
  • Alessandro Berti (stagioni 6-8), interpretato da Enrico Silvestrin.
  • Marcello Fontana (stagione 7), interpretato da Massimo Dapporto.
  • Raffaele Marchetti (stagioni 7-9), interpretato da Max Giusti.
  • Elena Argenti (stagioni 7-9), interpretata da Anna Foglietta.
  • Lorenzo Monti (stagioni 9), interpretato da Stefano Pesce.
  • Gabriele Mancini (stagioni 9-10), interpretato da Flavio Parenti.
  • Barbara Rostagno (stagione 10-11), interpretata da Lucilla Agosti.
  • Marta Balestra (stagione 10), interpretata da Maria Sole Mansutti.
  • Pietro Esposito (stagione 10-11), interpretato da Dino Abbrescia.
  • Giovanni Brenta (stagione 10-11), interpretato da Gianluca Bazzoli.
  • Leonardo Brandi (stagione 11), interpretato da Andrea Renzi.
  • Otello Gagliardi (stagione 11), interpretato da Paolo Calabresi.
  • Anita Cherubini (stagione 11), interpretata da Maria Amelia Monti.
  • Marco Gallo (stagione 11), interpretato da Ninni Bruschetta
Community content is available under CC-BY-SA unless otherwise noted.